Le Suore Martiri

Suor M. Paschalis Jahn

e le nove compagnie

”Amore fedele fino all’estremo”.

È nostro desiderio far rivivere la memoria delle nostre suore, martiri per azione malvagia umana, che ci hanno preceduto nell’eternità, lasciandoci in eredità una stupenda testimonianza di vita. L’amore per Cristo e il desiderio di conservare la purezza promessa a Dio sono stati la loro forza, il loro coraggio di resistere al male fino al martirio inferto dai soldati dell’Armata Rossa.  

La testimonianza a prezzo della vita delle suore martiri dimostra il grande valore della virtù della castità, che nel mondo di oggi è incompresa, ha poco valore, fino ad essere a volte derisa. L’atteggiamento inflessibile e senza compromessi delle suore nell’eroica difesa della castità può essere per le ragazze lo stimolo a rispettare la loro dignità di donne e di vergini, e inoltre può insegnare loro a ringraziare Dio per questo bel dono. La testimonianza del martirio cruento può essere sostegno e stimolo alle donne che vivono in ambienti dove viene offesa ed esposta ai pericoli la dignità femminile. Anche per gli sposi, per i quali è in agguato il tradimento e la divisione, cause che portano spesso alla disgregazione della famiglia, la testimonianza può essere un incoraggiamento.

Che la testimonianza della vita di suor M. Paschalis e delle nove compagne ci aiuti a proteggere la dignità di ogni donna e a vivere secondo i valori supremi. /Sr. M Samuela Werbińska superiora generale/

Preghiera

per ottenere le grazie necessarie

e per la beatificazione di

Suor M. Paschalis Jahn e le nove compagne

Signore Gesù Cristo Crocifisso e Risorto, tu hai dato la forza a suor M. Paschalis e alle Compagne di offrire in sacrificio la propria vita. A prezzo del sangue versato, hanno conservato la loro fedeltà verginale, difeso la dignità della donna compiendo le opere di misericordia. Fa’ che la Chiesa le innalzi agli onori degli altari e mostri ai fedeli dei nostri giorni la loro testimonianza. Che l’esempio della loro vita incoraggi ad un generoso servizio al prossimo e allo zelante compimento dei tuoi comandamenti. Se ciò è conforme alla tua volontà, concedimi per loro intercessione la grazia che ti chiedo con fiducia……………., tu che vivi e regni per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Padre… Ave… Gloria…

Chiediamo di inviare le notizie sulle grazie ricevute

per intercessione di suor M. Paschalis e delle nove Compagne

al seguente indirizzo:

Biuro Postulatorskie Zgromadzenia Sióstr św. Elżbiety

Prowincja Wrocławska

ul. Św. Józefa 1/3, 50-329Wrocław, Polonia

Tel. +48 71 321 28 35, cell. +48 664 75 41 78

e-mail: elzbietanki@archidiecezja.wroc.pl

Imprimatur Curia Arcivescovile di Wrocław

Wrocław, 22.8.2011. L.dz. 373/2011

Verso il futuro

La memoria dell’eroica testimonianza delle suore elisabettiane uccise nel 1945 non solo ha superato la prova del tempo, ma anzi è andata aumentando. Generalmente le considerarono martiri della purezza, il cui frutto è stato il culto privato.

Alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso si è tentato di aprire il processo di beatificazione, senza esito però, data la situazione politica di allora. Successivamente è arrivata l’ora propizia: il giorno 25 novembre 2011, nell’Arcicattedrale di Wrocław, l’Arcivescovo Marian Gołębiewski - con numerosa partecipazione di vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, specialmente elisabettiane arrivate da tutta la Polonia, della Repubblica Ceca, della Germania, della Norvegia, dell’Ucraina e dall’Italia, e alla presenza di fedeli laici - ha avuto inizio il processo diocesano di beatificazione delle serve di Dio: Suor M. Paschalis Jahn e le nove compagne. Le dieci eroine rappresentano tutte le Suore di santa Elisabetta uccise dai soldati dell’Armata Rossa nel 1945.

Giorno di grande gioia è stato il 26 settembre 2015: durante la Santa Messa solenne, presieduta dal Metropolita di Wrocław Arcivescovo Józef Kupny, compartecipanti Vescovi e sacerdoti, è stata chiusa l’inchiesta al livello diocesano per la causa di beatificazione in merito al martirio delle nostre suore.

Tutti i documenti sono stati inoltrati alla vaticana Congregazione per le Cause dei Santi per il prosieguo dell’iter. Abbiamo fiducia e preghiamo affinché il Signore Dio ci conceda la grazia di elevare le martiri elisabettiane agli altari.

26.09.2015
26.09.2015

press to zoom
26.09.2015
26.09.2015

press to zoom
15.10.2015
15.10.2015

press to zoom
26.09.2015
26.09.2015

press to zoom
1/17